Economia circolare

All’India primo certificato RINA per riciclo ecologico delle navi

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Consegnato dal Registro navale italiano al cantiere Shubh Arya Steel, sito per la demolizione e recupero situato ad Alang.

Va ad un cantiere indiano il primo certificato rilasciato dal Registro navale italiano (Ri.Na) per il riciclo ecologico delle navi. Il certificato ISO 30000:2009 e la dichiarazione di conformità HKC Statement of Compliance (SoC) sono stati consegnati dall’ente genovese Ri.Na Services al cantiere indiano Shubh Arya Steel, uno dei principali siti per la demolizione e il riciclo delle navi ad Alang. Il cantiere, spiega una nota del Rina, oltre ad aver stanziato importanti investimenti in infrastrutture per soddisfare i requisiti della convenzione IMO di Hong Kong sul riciclo sicuro e sostenibile delle navi, ha anche migliorato il proprio sistema di gestione in linea con gli standard ISO 9001: 2008, ISO 14001: 2004, OHSAS 18001: 2007 and ISO 30000:2009 e HKC SoC.

“Vorremmo ringraziare RINA per il loro ruolo importante in questo lungo viaggio per raggiungere l’ambita HKC Statement of Compliance e ISO 30000: 2009 per la certificazione del nostro cantiere. Siamo orgogliosi di avere fatto investimenti significativi per raggiungere questo traguardo”, ha commentato Rajesh Arya, amministratore delegato di Shubh Arya Steel.

Recentemente, c’è stato un picco nel settore della cantieristica navale per quanto riguarda gli investimenti nell’ammodernamento e nell’ecosostenibilità. Alla cerimonia di presentazione della certificazione ha partecipato anche l’ECSA, l’associazione europea di riferimento per il settore. Una presenza che potrebbe incoraggiare a un maggior riciclo delle navi nel Vecchio Continente, utilizzando strutture certificate.

Invito ad iscrizione newsletter - ITA

aziende


Valplastic S.p.a.



vai alla scheda
Promuovi Azienda - ITA