Bandi e agevolazioni

Bolzano: bando ricerca industriale e sviluppo sperimentale

Iniziativa della provincia per le imprese che realizzano progetti di cooperazione. Valido fino ad esaurimento fondi.

Beneficiari

a) piccole e medie imprese, con unità produttiva in provincia di Bolzano, costituite in forma di Associazione Temporanea di Imprese (ATI) o Associazione Temporanea di Scopo (ATS) con almeno una PMI indipendente, o con almeno una grande impresa indipendente, o con almeno un organismo di ricerca;

b) grandi imprese con unità produttiva in provincia di Bolzano, costituite in forma di Associazione Temporanea di Imprese (ATI) o Associazione Temporanea di Scopo (ATS) con almeno una PMI indipendente o con almeno un organismo di ricerca;

c) consorzi o società consortili, anche in forma di cooperativa, costituiti da piccole, medie e grandi imprese con unità produttiva in provincia di Bolzano; essi possono essere costituiti anche da imprese non iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Bolzano, purché esse non detengano all’interno del consorzio o della società consortile partecipazioni superiori al 40%;

d) imprese che intendono insediarsi in provincia di Bolzano o che vi si sono insediate da non più di due anni per realizzare in cooperazione un progetto di ricerca e sviluppo; esse hanno l’obbligo di stipulare una convenzione con l’Amministrazione provinciale per l’insediamento di imprese innovative ai fini dell’approvazione della domanda.

Tipologia di progetti

Sono ammessi a finanziamento progetti di cooperazione di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale che riguardano principalmente le seguenti aree tematiche: a) energia e ambiente; b) tecnologie agroalimentari; c) tecnologie alpine (Edilizia, Legno & Tecnica, Protezione Civile & Sicurezza Alpina, Sports & winterTECH); d) benessere e salute; e) tecnologie della comunicazione e dell’informazione; f) industria creativa.

Spese ammissibili

a) Costi del personale

b) Costi degli strumenti e delle attrezzature

c) Costi dei fabbricati e dei terreni

d) Costi per la ricerca contrattuale, per le competenze tecniche e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza

e) Costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi

f) Max 15% dei costi del personale riconosciuti ammissibili

g) Spese di project management per un importo corrispondente al massimo al 10% dei costi di progetto ammessi. Si può trattare di costi interni oppure di costi esterni.


Contributo

A fondo perduto, con le seguenti percentuali:

Attività di Ricerca industriale: 65%

Attività di Sviluppo sperimentale: 40%

Per i progetti di cooperazione l’intensità di aiuto può essere aumentata fino ad un’intensità massima dell’80%, nei casi specifici previsti dal bando.

 

 

Invito ad iscrizione newsletter - ITA

aziende


Mondo S.p.a.



vai alla scheda
Promuovi Azienda - ITA