Economia circolare

Circular Italy: ecco i materiali ecosostenibili per le imprese

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Il progetto approda a Ecomondo, con la collaborazione di Matrec, osservatorio che aiuta le aziende a fare economia circolare.

 

Un’esposizione di materiali riciclati e riciclabili, veri protagonisti dell’economia circolare che possono aiutare le imprese a fare innovazione e a rispettare l’ambiente. E’ quanto si può ammirare in questi giorni a Ecomondo, la fiera della sostenibilità di Rimini, nello spazio Circular Italy, all’interno della Città Sostenibile, al Padiglione B7. L’iniziativa è realizzata con il fondamentale contributo di Matrec, osservatorio internazionale sull’innovazione sostenibile dei materiali, che offre consulenza alle imprese che vogliono innovare il proprio ciclo produttivo utilizzando materiali sostenibili. Recycling Point ha intervistato Marco Capellini, CEO di Matrec.

Di cosa si occupa Matrec?

“Raccogliamo materiali sostenibili da tutto il mondo, nei settori dell’imballaggio, dei veicoli, dell’architettura, dell’arredamento di interni, dello sport e della moda. Poi li cataloghiamo, monitoriamo tutte le caratteristiche e li mettiamo a disposizione delle imprese che vogliono fare ecoinnovazione."

Come raccogliete questi materiali?

“Abbiamo creato una rete di rapporti che ci permette di essere aggiornati su tutte le novità del mercato. Contattiamo direttamente le aziende, instauriamo un rapporto e inseriamo nel nostro database i materiali attraverso una scheda tecnica, foto illustrative, eventuali certificazioni. Sulla base di questi dati, inoltre, realizziamo report sulle tendenze e sugli scenari di mercato. In questo modo siamo in grado di guidare le imprese a seconda delle aree geografiche e sulla base di specifici materiali.”

Quali sono le aziende che si rivolgono a voi?

“Non c’è un identikit tipo. Si va dalle multinazionali che fanno progetti di concept o di ricerca e sviluppo alle piccole e medie imprese che vogliono innovarsi. Le richieste sono tante: ricerche specifiche per materiali, studi dei trend di mercato, versioni ecosostenibili alternative ai materiali già utilizzati. In molti casi, le aziende non si rendono conto di utilizzare già materiale a valenza ambientale e su questo le supportiamo a fare uno screening del prodotto per capire se e cosa è necessario migliorare. Molti ci contattano chiedendoci come valorizzare i propri rifiuti: in questo caso noi cerchiamo chi ha già fatto qualcosa con questo tipo di prodotto e proponiamo possibili soluzioni. Da poco tempo abbiamo creato una metodologia che permette di calcolare la circolarità dei prodotti: una vera e propria radiografia del prodotto in tutto il suo ciclo di vita, compreso il futuro riciclo.”

Perché a un’azienda conviene scegliere determinati materiali?

“Le ragioni sono tante. Ci sono mercati specifici in cui vengono richiesti appositamente materiali a valenza ambientale per partecipare a bandi di gara, come nel caso del green public procurement. In altri casi è proprio il consumatore che, quando va ad acquistare il prodotto chiede esige l’ecosostenibilità. Per altri aspetti ci sono regole specifiche per alcuni settori. E poi c’è chi si approccia a una filosofia aziendale volta alla produzione sostenibile, per non rimanere indietro nel momento in cui l’ecosostenibilità diventerà la regola”.

La sensibilità dei consumatori e di riflesso delle aziende è cambiata?

“Se uno va a guardare le ricerche di mercato sembra che in Italia e in altri Paesi quasi tutti scelgano prodotti ambientalmente sostenibili. Noi stessi l’anno scorso abbiamo fatto una raccolta delle indagini sui temi: sono usciti dati fin troppo positivi che non rispecchiavano il mercato. In effetti, rispetto a parecchi anni fa c’è più sensibilizzazione. D’altra parte va detto che comunque a comandare il mercato è sempre il prezzo. E, in particolare in tempi di crisi, per quanto il consumatore sia motivato, il prezzo è sempre l’elemento che pesa di più. Quel che è certo, rispetto al passato, è che c’è più offerta: il consumatore si trova a poter scegliere tra sempre più prodotti ecosostenibili.”

In questi giorni siete a Ecomondo con Circular Italy. Qual è l’obiettivo dell’iniziativa?

“Circular Italy, un progetto promosso da Ecomondo, vuole mettere in evidenza quali sono i materiali protagonisti dell’economia circolare. All’interno dello spazio dedicato presentiamo una serie di prodotti, con l’intenzione l’anno prossimo di creare una vera e propria sezione dedicata per spiegare alle imprese come fare innovazione utilizzando questi materiali.”

Tags
Invito ad iscrizione newsletter - ITA

aziende


Metem S.r.l.



vai alla scheda
Promuovi Azienda - ITA