Imprese

Edilizia, CNA all’Europa: incentivare il riciclo dei materiali

Questo post è disponibile anche in: Inglese

La Confederazione che riunisce i piccoli imprenditori del settore chiede di dare impulso all’economia circolare del mattone.

Dare nuovo impulso alla pratica del recupero di rifiuti da costruzione e demolizioni, che in Italia troppo spesso prendono la strada della discarica. Questo in sintesi il documento inviato da CNA Costruzioni alla Commissione europea nell’ambito delle consultazioni sul Pacchetto sull’economia circolare.

La Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola Impresa ha messo nero su bianco una serie di proposte a Bruxelles, partendo dal fatto che sul territorio italiano non esiste un’offerta organica e c’è un grosso problema di costi.

CNA ha chiesto un provvedimento fiscale con la possibilità di avere sconti per coloro che acquistano materiali riciclati e incentivi per la predisposizione di tecniche innovative per la demolizione selettiva così da favorire il recupero dei materiali.

L’associazione ha inoltre chiesto semplificazioni amministrative e regolamentari a favore del recupero e utilizzo direttamente in cantiere del materiale da costruzione (e demolizione), nonché esempi concreti di produzione e relativa commercializzazione di materiali riciclati tramite impianti fissi (semmai gestiti da consorzi o reti di imprese locali).

Accanto a queste misure, il documento cita la possibilità di istituire criteri di premialità e incentivi alle imprese che attraverso l’uso di sistemi di digitalizzazione delle informazioni trasferiscano all’utilizzatore (o proprietario) del manufatto edilizio i dati per la gestione dell’opera durante l’intero ciclo di vita della stessa: in particolare, è stata evidenziata l’utilità di aumentare il livello di informazioni che accompagnano il progetto e la costruzione con caratteristiche dei materiali impiegati e modalità di assemblaggio di questi materiali attraverso l’uso del Bim, acronimo di “Building Information Modeling” (Modello di Informazioni di un Edificio): la rappresentazione digitale di caratteristiche fisiche e funzionali di un oggetto.

Per raggiungere questi obiettivi è fondamentale infine offrire un’informazione completa e corretta agli operatori sui possibili utilizzi dei materiali riciclati.

La lettera di CNA Costruzioni arriva a Bruxelles proprio mentre l’Unione europea è sempre più decisa a sviluppare il recupero delle risorse attraverso un’idonea gestione dei rifiuti (soprattutto recupero e smaltimento) andando a favorire l’utilizzo dei materiali riciclati nelle costruzioni edili. Per i Commissari UE, infatti,  la maggior produzione annua di rifiuti speciali a livello europeo è dovuta proprio al settore delle costruzioni.

Invito ad iscrizione newsletter - ITA

aziende


Cavallari S.r.l.



vai alla scheda
Promuovi Azienda - ITA