Economia circolare

Imballaggi, le raccomandazioni di EUROPEN all’Europa

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Le associazioni di categoria lanciano delle proposte per migliorare il Pacchetto sull’Economia Circolare.

Una serie di raccomandazioni e di proposte per l’economia circolare. È quanto hanno recapitato a Bruxelles l’Organizzazione Europea per gli Imballaggi e l’Ambiente (EUROPEN), assieme ad altre 35 associazioni* che rappresentano tutta la filiera.

La richiesta è ottenere un quadro politico europeo ambizioso e di lungo termine che favorisca l’uso sostenibile delle risorse dal punto di vista di un ciclo di vita completo, incentivi le economie di scala e prenda in considerazione le catene di valore a tutti i livelli.

“Le nostre proposte puntano a rinforzate l’attuale quadro politico UE, preservando l’ambiente e rilanciando la competitività, la qualità dei posti di lavoro e la crescita sostenibile – spiega Martin Reynolds, presidente di EUROPEN – Gli imballaggi possono giocare un ruolo centrale nell’economia circolare, ottimizzando l’uso delle risorse e riducendo al minimo gli scarti. Chiediamo all’Europa di riconoscere all’industria del packaging una funzione trans-settoriale, in quanto gli imballaggi sono strettamente connessi al prodotto che contengono e alla sua catena del valore”.

Le raccomandazioni congiunte chiedono al Parlamento e al Consiglio europeo di garantire che il Pacchetto sull’Economia Circolare:

  • salvaguardi la libera circolazione degli imballaggi e dei prodotti imballati nel mercato interno europeo
  • abbia un approccio improntato al ciclo di vita completo
  • rafforzi il quadro giuridico europeo relativo alla Responsabilità Estesa del Produttore per gli imballaggi usati
  • eviti confusione legislativa e misure nazionali che distorcano il mercato interno
  • stabilisca obiettivi realistici e raggiungibili basati su regole chiare e su sistemi di calcolo chiari

*1 ACE – The Alliance for Beverage Cartons and the Environment; AGVU – Arbeitsgemeinschaft Verpackung und Umwelt e.V., Germany; AIM – European Brands Association; A.I.S.E. – The International Association for Soaps; Detergents and Maintenance Products; ARA – Altstoff Recycling Austria AG Packaging Compliance Scheme, Austria; ARAM – Romanian Association for Packaging and the Environment; BIHPAK – Bosnia and Herzegovina Association for Packaging & Packaging Waste Management; CEPI – Confederation of European Paper Industries; CICPEN – Czech Industrial Coalition on Packaging and the Environment; CITPA – International Confederation of Paper and Board Converters; Cosmetics Europe – The Personal Care Association; DSD – Der Grüne Punkt Dual System for Packaging Recycling, Germany; Eco-Emballages – Packaging Recovery Association, France; EuPC – European Plastics Converters; EPBA – European Portable Battery Association; European Aluminium; FEA – European Aerosol Federation; FEFCO – European Corrugated Packaging Association; FEVE – The European Container Glass Federation; Flexible Packaging Europe; FoodDrinkEurope; IK- Industrievereinigung Kunststoffverpackungen e.V., Germany; INTERGRAF– European Federation for Print and Digital Communication; INCPEN – The Industry Council for Research on Packaging and the Environment, UK; MPE – Metal Packaging Europe; Miljöpack – Trade Industry Group, Sweden; Pack2Go Europe – Europe’s Convenience Food Packaging Association; Pakkaus – Finnish Packaging Association; REKOPOL – Recovery Organisation S.A., Poland; REPAK – Packaging Recovery Organisation, Ireland; Serving Europe – Branded Food and Beverage Service Chains Association; SLICPEN – Slovak Industrial Coalition on Packaging and the Environment; Sociedade Ponto Verde, S.A. – Packaging Recovery Organisation, Portugal; UNESDA – Union of European Soft Drinks Associations; Valpak – Environmental Compliance, Recycling and Sustainability Solutions, UK

Fonte: EUROPEN

Invito ad iscrizione newsletter - ITA

aziende


Porcelli Bartolomeo di Alessio Porcelli



vai alla scheda
Promuovi Azienda - ITA