Economia circolare

The Circulars: ecco i “premi Nobel” dell’economia circolare

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Tutti i nomi dei vincitori del concorso di Accenture per imprese e enti pubblici che si sono impegnati a cambiare il sistema.

 

Sono otto gli eroi dell’economia circolare premiati a Davos, in Svizzera, nell’ambito di The Circulars, il concorso riservato a imprese, individui, enti pubblici e organizzazioni che si sono sforzati di più nel minimizzare il proprio impatto ambientale e che hanno contribuito a fare un passo in più verso un nuovo sistema economico basato sulla sostenibilità.

I vincitori sono stati scelti tra oltre 200 candidati provenienti da 36 Paesi da una giuria composta dalla Young Global Leader community del World Economic Forum, nonché da esperti di business e esponenti della società civile. La competizione è stata organizzata da Accenture e sponsorizzata da BT, Ecolab, Alliance Trust e SABMiller, con la media partnership di Fortune.

Ecco i premiati:

PREMIO FORTUNE “LEADERSHIP IN ECONOMIA CIRCOLARE”

Feike Sijbesma, CEO di Royal DSM, multinazionale olandese che dall’estrazione di carbone è passata a occuparsi di prodotti per la salute e energie rinnovabili. In particolare, DSM è stata all’avanguardia nella ricerca di alternative alle fonti fossili.

Dajian Zhu, direttore dell’Istituto per lo Sviluppo Sostenibile dell’Università Tongji di Shanghai, per aver cambiato le attitudini di business verso modelli di eco-design in tutta la Cina.

PREMIO ACCENTURE “MULTINAZIONALI PER L’ECONOMIA CIRCOLARE”

Royal Philips, per aver perseguito modelli di economia circolare nei dispositivi medici e nell’illuminazione e per aver sviluppato criteri di vendita circolari che scatteranno a partire dal 2020.

Veolia, per aver usato strategie circolari per il ricondizionamento, il prolungamento del ciclo di vita dei prodotti, il riciclo delle acque di scarico e l’efficienza energetica.

PREMIO ECOLAB “IMPRESA PER L’ECONOMIA CIRCOLARE”

Optoro, per aver ideato soluzioni di reverse logistic di alta qualità che cambiano il modo in cui i rivenditori vedono il loro inventario in rimanenza: invece che considerarlo rifiuto, il software sviluppato dall’azienda aiuta a farlo emergere come fonte di valore.

PREMIO YOUNG GLOBAL LEADERS “IMPRENDITORE PER L’ECONOMIA CIRCOLARE”

Lanzatech, il fornitore di soluzioni tecnologiche pulite che produce materiali durevoli commercialmente di successo a partire dal riciclo di carburanti low-carbon e sostanze chimiche.

PREMIO “GOVERNI, CITTA’ E REGIONI PER L’ECONOMIA CIRCOLARE”

Programma Materiali delle Fiandre, che si autodefinisce “la rete delle reti”, per aver fatto ricerca e per aver creato pacchetti di economia circolare per aiutare soggetti pubblici e privati ad adottare modelli di acquisti di beni provenienti dall’economia circolare.

PREMIO BT “INNOVATORE DIGITALE”

Materials Marketplace, una collaborazione tra l’US Business Council for Sustainable Development (USBCSD) e Corporate Eco Forum, per aver creato una piattaforma collaborativa su cloud con partner globali per tracciare e scambiare materiali sottovalutati tra multinazionali e imprese di media grandezza.

PREMIO ALLIANCE TRUST “INVESTITORI PER L’ECONOMIA CIRCOLARE”

DLL Financial Solutions, per aver fornito strumenti finanziari e di leasing volti a estendere il ciclo di vita di asset tecnici.

PREMIO DELLA GIURIA POPOLARE

Canon, per essere stata la prima azienda, sin dal 1992, a mettere in atto un sistema di riciclo a ciclo chiuso delle cartucce per stampanti. Canon ha esteso il suo programma di riciclo dei toner a 24 Paesi.

Vai alle schede di tutti i vincitori

Invito ad iscrizione newsletter - ITA

aziende


Genova Maceri Srl



vai alla scheda
Promuovi Azienda - ITA